Cerca nel Sito

Sei qui: HomeGenitoriL'Angolo dei Consigli

Poni la tua domanda, verrà inoltrata ad una figura competente che saprà fornire valide risposte ai tui dubbi o perplessità.

Consulta qui le domande e le risposte, completamente anonime, già presenti in archivio

 INVIA LA TUA DOMANDA 

PANCIA IN SU, ecco la posizione per evitare la morte in culla

sempre a pancia in su per articolo sito web

Andare a svegliare il proprio bambino al mattino e trovarlo morto, nella sua culla, senza una causa apparente è questa una delle esperienze più dolorose e sconvolgenti che possa verificarsi in una famiglia. Un evento tragico e sconcertante al quale neanche l’autopsia riesce a dare risposta.

Allattamento al seno: le domande più comuni

 

allattamento

LE DOMANDE PIU’ COMUNI

SULL’ ALLATTAMENTO

A cura dell’ Ostetrica Marilisa Mancino

Esiste una cura specifica del seno in gravidanza? Bisogna preparare il capezzolo?

Non esiste alcuna raccomandazione circa l’efficacia della preparazione del seno all’allattamento, anzi le vecchie credenze risultano inutili ed addirittura dannose; evitare pertanto l’uso del sapone che potrebbe comportare una secchezza della cute.

Gli ormoni della gravidanza soddisfano pienamente il cambiamento richiesto per la preparazione alla funzione di nutrizione del neonato senza l’assistenza della donna.

Non esistono forme di seno e di capezzoli non adatte all’allattamento, anche il capezzolo retratto è di per sé completo e adatto all’allattamento, il neonato infatti provvederà a modellare i capezzoli in base alle sue necessità. L’uso di paracapezzoli può a volte essere di aiuto, ovviamente da utilizzare il meno possibile in quanto potrebbero determinare una riduzione della produzione del latte ed esporre ad infezioni. A tal proposito , si potrebbe utilizzare qualche goccia di latte materno per curare il capezzolo spargendolo e lasciandolo asciugare.

E’ vero che la birra fa aumentare il latte?

Qualsiasi bevanda alcolica in cospicue quantità tra le quali la birra ed anche le sostanze eccitanti (caffè, cocca-cola), sono assolutamente controindicate, infatti oltre ad inibire la montata lattea e la produzione giornaliera di latte, passano nel latte come possibili effetti negativi sul bambino determinando in alcuni casi insonnia, irritabilità e ritardo di crescita.

Esistono alimenti che favoriscono la montata lattea?

Non esistono specifici alimenti che favoriscano la montata lattea, bisogna soltanto partire dalla concezione che tutte le donne possono allattare. Il neonato deve essere attaccato il prima possibile al seno, subito dopo il parto perché il calore della mamma , il suo odore ed il suo amore sono tutti elementi preziosi con il quale saziare il neonato.

La nutrice necessita di un supporto energetico pari a circa 500 calorie/die ; l’alimentazione materna deve essere libera sebbene sia importante aumentare l’introito di liquidi giornaliero.

Che dieta deve assumere la donna che allatta? E’ necessaria una supplementazione durante l’allattamento?

L’allattamento è un momento estremamente delicato tanto per la mamma che per il neonato. Un’alimentazione varia ed equilibrata consente di affrontare con la massima serenità questo periodo di particolare impegno per il suo organismo che potrebbe andare incontro a carenze di nutrienti. E’ opportuno che la donna abbia sin dalla gravidanza un’ alimentazione corretta. E’ stato stata individuata l’importanza di due acidi grassi polinsaturi( DHA-AA) presenti nel latte materno. Il primo proveniente dal pesce ed il secondo dalla carne, uova e latte. A volte nella donna non vengono raggiunti i livelli adeguati pertanto si ritiene opportuna una supplementazione. Altri nutrienti importanti sono il ferro, rame, zinco e iodio; anche in questo caso va ribadito che in questo delicato periodo la supplementazione dovrebbe essere oggetto di attento esame del singolo caso, in modo da adattarsi perfettamente alle abitudini dietetiche senza creare eccessi tanto inutili quanto controproducenti.

Durante l’allattamento non è necessario cambiare o ridurre la propria dieta, né tantomeno mangiare esclusivamente particolari tipi di cibi.

Vi sono carenze non ripristinabili anche con una dieta equilibrata?

Qualsiasi tipo di carenza alimentare può essere reintegrata attraverso l’assunzione di integratori alimentari o attraverso supplementazione ad eccezione di sindromi di malassorbimento

Vi sono dei cibi che la donna non deve assumere durante l’allattamento?

Ci sono neonati che hanno reazioni contro alcuni cibi che la madre mangia questo non significa che bisogna cambiare abitudini alimentari bensì osservare le reazioni alle successive assunzioni , se vi accorgete che il neonato continua ad essere disturbato si dovrebbe evitare il prodotto tuttavia cambiamenti di un certo rilievo non dovrebbero avvenire senza un parere professionale.

Allattamento e perdita di peso, è possibile?

Allattamento e perdita di peso è possibile ma non è assolutamente preoccupante, anzi è fisiologico.

Nei primi 3-4 gg di vita il neonato perde fino al 10% di peso , ciò dovuto a diverse ragioni tra cui il diminuito introito alimentare. Il latte materno è un alimento specie specifico, disegnato apposta dalla natura per coprire completamente il fabbisogno del neonato ed è inoltre capace ad adattarsi a tutte le condizioni che deve affrontare variandone la sua composizione.

I neonati allattati al seno hanno uno sviluppo ponderale inferiore , tra il terzo ed il dodicesimo mese di vita rispetto all’allattamento artificiale ma è qualitativamente migliore dal punto di vista preventivo nei confronti delle allergie, delle infezioni e delle infezioni.

E’ inutile fare contraccezione durante l’allattamento?

Durante il periodo dell’allattamento si verifica un aumento della prolattina di conseguenza un’inibizione alla secrezione di specifici ormoni (estrogeni e progesterone) con una minore possibilità all’ovulazione ed al concepimento.

Questa condizione potrebbe fungere da contraccettivo, ma sicuramente è poco efficace pertanto se si desidera evitare una nuova gravidanza è opportuno utilizzare un metodo anticoncezionale che risulta essere più adatto ad esempio il condom, la spirale o la mini pillola. Quest’ultima è la scelta più adatta in quanto contiene soltanto progestinico a differenza della pillola(estro progestinica) che potrebbe interferire con l’allattamento sia in termini di qualità che di quantità e sulla durata complessiva dell’allattamento.

La donna che allatta ha un rischio maggiore di rilassamento del seno?

Dopo aver allattato spesso molte donne hanno l’impressione che il seno sia eccessivamente svuotato e non sembra possibile che possa tornare come prima della gravidanza; è normale d’altronde tra la gravidanza e l’allattamento il seno subisce notevoli modifiche. Il maggior flusso sanguigno tende a portare in evidenza i vasi circolatori e la suzione del neonato in alcuni casi può determinare ragadi. Normalmente la tonicità del seno viene recuperata tra i 13-18 mesi dalla conclusione dell’allattamento, questo può avvenire più velocemente seguendo alcune indicazioni: usare creme rassodanti che stimolano il collagene e l’elastina, eseguire una leggera attività fisica e curare il portamento

Allattamento ed insonnia. Inevitabile?

La mancanza di sonno è un problema per la maggior parte dei neo genitori soprattutto per la donna. Questo perché il ritmo biologico del neonato è sicuramente differente dall’adulto e la mamma segue con lui tale ritmo . Questi dovrebbero utilizzare il tempo in cui il neonato dorme, sfruttandolo come relax al fine di non diventare esausti ed eccessivamente nervosi. In questo modo si potrà riacquistare energia preziosa , inoltre se la madre ed il bambino si rilassano insieme potrebbe avere effetti benefici per entrambi.

Si può praticare sport durante l’allattamento?

Nel periodo immediatamente al parto è sicuramente controindicato svolgere un attività sportiva faticosa. Il corpo ha bisogno del tempo necessario per ristabilire la condizione extragravidica.

Anche l’allattamento al seno può essere stressante in quanto ormoni come la prolattina possono avere oltre che degli effetti rilassanti anche stanchezza. E’improbabile che questa stanchezza abbia un effetto positivo sulla vostra attività sportiva. Tentate di organizzarvi in modo d’allattare prima di fare un’attività sportiva. Ovviamente un allenamento leggero e poco intenso svolto non nei giorni successivi al parto e con l’aiuto di figure qualificate potrebbero aiutare a ritornare in forma.

Dott.ssa Marilisa Mancino

Calendario Eventi

Novembre 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Prossimi Eventi

Non ci sono imminenti eventi per questa categoria
  Lezioni Interattive
   BLS-D
   Corsi
  Manifestazioni ed Eventi
  Maxi Eventi

 

Protocolli d'Intesa

Siglato protocollo d'intesa con Rotary Club Campania - Napoli

rotary club campania napoli

 

 

Siglato protocollo d'intesa con il Comune di Napoli - III Municipalità

comune di napoli

SalvaBimbi Training Center

 

logo training center per sito

Siglato protocollo d'intesa con l'Associazione RespiriAmo

 

logo respiriamo

 

 

SalvaBimbi Centro di Formazione IRC-COM

Logo-IRCCOM-quadrato

SalvaBimbi Ente di Formazione BLS-D accreditato dalla Regione Campania

Decreto Dirigenziale n. 63 del 14/11/2014

regione campania

Siglato protocollo d'intesa con FISTel - CISL CAMPANIA

 

Logo Cisl

LOGOO-Fistel

Patrocinio C.O.RE.-C.O.T. 118 NAPOLI

 

logo 118

logo 118

Siglato protocollo d'Intesa con l'Associazione Nazionale Carabinieri

logo-anc

Siglato Protocollo d'Intesa con l'Associazione Le Fate di Arianna

logo LE FATE DI ARIANNA

 

Siglato Protocollo d'Intesa con l'Associazione Nazionale Ufficiali Aeronautica Militare Italiana - A.N.U.A.

anua

 


Siglato Protocollo d'intesa con la Provincia di Napoli

Logo provincia di Napoli

Siglato Protocollo d'Intesa con il Tribunale dei Diritti del Malato
 
 
tribunale malato
 TRIBUNALE DIRITTI DEL MALATO
Siglato Protocollo d'Intesa con l'Associazione Italiana Genitori
AGE Campania
 
logo-age1
REGIONE CAMPANIA

LA TUA FIRMA

CONTRO IL NON SAPERE

.

AIUTACI AD AIUTARE

 

Foto SalvaBimbi

Ragazzi qualche mese fa siamo venuti a una delle vostre dimostrazioni e, purtroppo, due giorni fa mio marito ha dovuto praticare la manovra proprio su mio figlio. ...... fortunatamente tutto è andato bene. All'ora ero entusiasta di quello che fate. ..ora vi ringrazio dal profondo del cuore per il vostro operato. Approfitto per farvi gli auguri di buone feste e ancora. ... Grazieeeeeee

Anna Guercia - 23/12/2014

Oggi mi è successa una cosa improvvisa, inaspettata che mai avrei potuto immaginare che proprio a me potesse capitare. Durante il pranzo a mio figlio Matteo è andato storto un pezzetto di pollo bloccandosi alla gola, l'ho visto subito in difficoltà, in quel momento si va nel panico, ma nonostante ciò, ho avuto la prontezza e fermezza di agire con le manovre di disostruzione imparate ad un corso. Tutto si è risolto nel migliore dei modi tra i pianti di mio figlio. Ringrazio Dio è il giorno che andai ad imparare le manovre. Se vi capita l'occasione, non esitate andate ad imparare le manovre di disostruzione pediatriche, oggi io ho salvato la vita a mio figlio, e potrei salvarla a chiunque!!!!

Ilenia Savarese - 12/07/2014

Credo di aver salvato la vita a mio figlio e grazie a voi, xche' poi ho elaborato tutto dopo quando mi ero tranquillizza

Stavo facendo i piatti dando le spalle a Nicolò, mio marito che lo aveva davanti, all'improvviso sento che lo chiama con una voce strana, io di scatto mi giro e lo vedo con la testa rivolta verso il basso con gli occhi quasi all'insù cmq era sotto shock si vedeva che nn respirava, così io ho lasciato tutto, lo preso in braccio e lui era molle nei movimenti, così l'ho afferrato poggiato sulla mia gamba e gli ho dato un colpo dietro il torace e subito ha cominciato a piangere questione di secondi.

A volte penso una cosa e nn mi do pace, se mio marito non era presente in quel momento io continuavo a fare i piatti Nicolò nn emetteva suoni, cavolo potevo trovarlo senza vita.

Rosanna Esposito - 19/06/2014

Circa 12/13 giorni fa nella scuola dove lavoro si è tenuto il corso salvabimbi... interessantissimo
Be ieri stavo morendo con un sorso d'acqua andatomi di traverso...
Grazie al tempestivo intervento della collega... che ha eseguito tutte le manovre del caso sono viva grazie a voi e un grazie speciale va alla mia collega...dimenticavo lavoro alla domus pueri calata capodichino napoli
Grazie ancora♡

4 Giugno 2014 - Anna Tammaro

Salve, oggi a pranzo un bimbo a messo in bocca vari pezzettini di arista di maiale e mentre stavo per dirgli che era troppa il suo volto è diventato bordeaux ed ha spalancato la bocca facendo molta fatica a tossire . Mi sono subito avvicinata, l'ho tranquillizzato, l'ho fatto alzare in piedi e mi sono chinata dietro di lui praticando la manovra di Heimlich. Alla prima pressione ha tirato fuori il boccone quasi "spruzzandolo via". Dopo si è ammutolito e mi ha fissata , come uno che vede la morte con gli occhi e non riesce a credere che sia andata bene. Non so se sono stata brava o miracolata quel che è certo è che senza il vostro corso non avrei avuto quella prontezza nei riflessi e quella sicurezza che c'era un modo per liberarlo ed io lo conoscevo! Non so perchè non gli ho dato prima i colpetti tra le scapole, mi è venuto spontaneo l'altro metodo. Non ho riferito alla mamma l'accaduto per non creare allarmismi e poi sono un tipo riservato. Grazie mille per il vostro prezioso operato.

Napli, 14 Maggio 2014 - Testimonianza della Maestra Rosa M.

Buona sera. Mi chiamo Vincenzo Punzolo ed ho seguito il corso salva bimbi a Novembre, sono laureato in Infermieristica e per hobby mi capita spesso di fare l'animatore nelle feste per bambini, un paio di settimane fa mi è capitato di eseguire la manovra di disostruzione causata da un pop corn, la bimba aveva 5 anni e non ho potuto eseguire la manovra di heimlich, ma ho messo la bimba sulle mie ginocchia ed effettuato i colpi all'altezza delle scapole, mi sono reso conto del panico che si è creato intorno, perché tutti mi guardavano con occhi sgranati e c'era chi urlava e piangeva...e non so come spiegare, ma ho avuto la lucidità di effettuare subito la manovra... Però mi sono reso conto che bisogna sentirsi pronti, ma soprattutto mantenere la calma, perché farsi prendere dal panico è molto facile, infatti io ho reagito come se non ci fosse nessuno intorno a me, però devo dire GRAZIE al vostro corso perché mi è stato davvero utile per questi drammatici eventi!

Auguro a tutti voi una Serena Pasqua rendendomi disponibile per testimonianza !

Tanti saluti

Vincenzo Punzolo

 

La Bacheca dei Visitatori

417044

Copyright ©2013 ASSOCIAZIONE SALVABIMBI
Sede Legale Via E.Scaglione 504 Bis 80145 Napoli 
 CF 95185740636


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.